Come organizzare una vacanza in Spagna

La Spagna è una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo. Il paese offre bellezze naturali e architettoniche adatte per tutti i gusti. I vantaggi di organizzare una vacanza in Spagna sono molteplici.

La Spagna infatti è un paese facile da raggiungere, sicuro dal punto di vista politico e relativamente economico se lo paragoniamo con i prezzi medi italiani.

Non a caso migliaia di italiani ogni anno scelgono la Spagna proprio per i motivi appena elencati.

Come arrivare

La via ovvia per andare in Spagna è quella area.

Oggi grazie allo sviluppo delle compagnie aree low cost come Ryanair e Easyjet volare dall’Italia in Spagna è veloce ed economico.

Evitando i periodi di picco infatti può trovare voli andata e ritorno per le principali città a meno di 100 euro.

Cifre inimmaginabili fino a pochi anni fa.

Le città meglio collegate con l’Italia sono Barcellona, Madrid, Santiago, Bilbao, Valencia, Siviglia e Malaga.

Cosa vedere

Servono circa 6 mesi per visitare tutta la Spagna in maniera approfondita, ma ovviamente questa non è la tempistica classica per la maggior parte dei turisti che dovranno quindi fare una scelta a seconda dei gusti e delle passioni personali.

Gli amanti della vita notturna e delle grandi città non possono non iniziare dalla meta classica degli italiani in Spagna, ovviamente ti sto parlando di Barcellona.

Partendo dalla Rambla puoi iniziare la tua vacanza inseguendo le opere di Antonio Gaudì senza dimenticare un pomeriggio di relax alla Barceloneta.

Stesso discorso per Madrid e Valencia, città artistiche e piene di vita notturna.

Se sei alla ricerca delle tradizioni caratterizzanti la Spagna, allora devi volgere il tuo sguardo all’Andalusia, patria della Corrida e del Flamenco.

Non dimenticare le isole, tra Canarie e Baleari l’offerta è molto vasta.

Dove dormire

L’offerta alberghiera spagnola è adatta a tutti i budget.

Dagli hotel di alta categoria, agli ostelli in camerata, puoi ottimizzare il budget spendendo cifre anche molto basse.

In alcune aree troverai anche le case rurali ed agriturismi per sfuggire dal caos cittadino.

Negli ultimi anni il settore dei privati ha visto una crescita esponenziale grazie al portale Airbnb.

Cosa mangiare

La Spagna non ti deluderà, il cibo spagnolo infatti è variegato e di qualità.

I piatti più conosciuti sono la paella e le tapas.

La prima è una specie di risotto condito con diversi prodotti, dalla paella di mare a quella di carne si passa per la tradizionale di Valencia.

Le tapas invece sono un modo di vedere il cibo, sono infatti delle piccole porzioni simili al nostro aperitivo servite insieme ai drink.

Ovviamente non puoi farti mancare il classico bicchiere di sangria, bevanda alcolica a base di vino rosso e frutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *