Meglio Mare Montagne o Collina se soffriamo di Patologie

Se soffriamo di patologie mediche è meglio scegliere mare o montagna? Oppure optare per la collina?Si tratta quest’ultimo di un buon compromesso che rivela aspetti inediti dal punto di vita salutistico. Le peculiarità del clima collinare? Occorre distinguere tra i bassorilievi che non superano i 350 metri e distanti dal mare fino a 40 km, e l’alta collina degli Appenini, che arriva fino a 700 metri di altitudine.

Nell’entroterra, se soffri di bronchite la brezza marina, con il suo pulviscolo carico di sodio e di ioni negativi (benefici per l’apparato respiratorio), è un toccasana per chi soffre di asma, tonsilliti, otiti e bronchiti croniche. Riesce a penetrare nell’entroterra fino a 40 km, appunto. Il vantaggio rispetto alle località balneari è che nelle colline dell’entroterra il clima è più temperato perché, diminuendo l’umidità a mano a mano che si sale, si percepisce meno il calore. Un conto è registrare 38 °C di temperatura con un tasso di umidità relativa del 90%, un altro è avere un tasso del 50%.

Soggiornare nelle colline dell’entroterra tirrenico o adriatico offre quindi il vantaggio di godere di un clima asciutto, senza rinunciare all’aria di mare. Non solo. Anche i venti che spirano dal mare, come il libeccio, nelle zone collinari sono avvertiti meno perché la copertura arborea della macchia mediterranea funge da freno. Attutisce i venti carichi di ioni positivi elettrizzanti, con buona pace delle persone stressate o insonni che nel verde della campagna riposano meglio che al mare, dove clima e intensità luminosa sono troppo stimolanti. In alta collina c’è una ricca vegetazione: platani, faggi, betulle, ippocastani, querce, pini e abeti.

Tutte queste piante non solo ossigenano l’aria, ma esercitano un’azione fonoassorbente: attutiscono i rumori del 70%. Può sembrare un effetto secondario, ma la riduzione degli stimoli sonori, oltre che di quelli luminosi, è un grande fattore di relax, che giova al sistema nervoso e consente di scivolare in un sonno realmente ristoratore. Oltre a ridurre la velocità del vento e ad assicurare un clima più fresco (la temperatura diminuisce da 0,6 a 1 °C ogni 100 metri di altezza), l’alta collina è ideale per chi soffre di aritmie o ipertensione, per i quali la montagna è controindicata.

Più si sale di quota, infatti, più diminuisce la pressione atmosferica e aumenta la pressione arteriosa, comportando un stress di adattamento per l’organismo. Rispetto al mare e ai monti, infine, l’alta collina gode di una clima più stabile: meno escursioni termiche tra il giorno e la notte e un’incidenza dei raggi solari inferiore a quelli che trovi in spiaggia o sopra i 1000 metri.

Ci sono inoltre delle strutture che permettono di controllare lo stato fisico degli ospiti ed effettuare massaggi e veri e proprie sedute di fisioterapia. Per controllare la lista dei centri di fisioterapia piú vicino a voi basta andare su http://www.fisioterapia-italia.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *